MODIFICHE AL D.M. 03.08.2015 – ELIMINAZIONE DOPPIO BINARIO

di | Marzo 19, 2019

Il CCTS – Comitato Centrale Tecnico Scientifico nella seduta del 21 febbraio 2019 ha approvato le modifiche al D.M. 03.08.2015 noto come CODICE DI PREVENZIONE INCENDI.

Ho avuto modo di leggere l’informativa che il CNI ha inviato agli Ordini Territoriali degli Ingegneri e devo dire che il testo mi ha dato da pensare. In particolare nella nota si legge: “Saranno ben 42 le attività soggette comprese nell’allegato 1 del DPR /2011 per le quali la Regola Tecnica Orizzontale (RTO) diventerà l’unico riferimento progettuale; saranno per ora escluse da tale obbligo le RTV attuali e future (uffici, autorimesse, scuole, alberghi, attività commerciali) per le quali l’uso del Codice resterà una opzione volontaria, in alternativa alle vecchie regole prescrittive”

Alla luce di quanto sopra, sembra che oltre quelle 5 attività non si possano più usare le vecchie regole tecniche prescrittive. In realtà per chiarire meglio il concetto, si dovrebbe fare riferimento alle attività che rientrano nel campo di applicazione del Codice di Prevenzione Incendi.

Infatti, se prendiamo ad esempio, gli edifici per civile abitazione (attività 77), o gruppi elettrogeni (attività 49) è facile notare che non rientrano nel campo di applicazione del Codice e quindi il doppio binario non esiste. Per queste attività continuerà ad usarsi il metodo “tradizionale” prescrittivo”.

Alla fine incrociando vecchie regole tecniche prescrittive e attività escluse dall’ambito di applicazione del Codice di prevenzione incendi, l’abolizione del doppio binario si riferisce alle attività che tradizionalmente non erano dotate di regola tecnica verticale di prevenzione incendi, per le quali sarà obbligatorio l’utilizzo della RTO del Codice. Aspettiamo la pubblicazione

Lascia un commento